Arfchivio mensile: Luglio 2016

E se la casa tanto agognata non c’è?

Tempo di vacanze…tempo di truffe on line! Si naviga, si trova una casa stupenda con vista sul mare, su un promontorio pazzesco con un prezzo incredibilmente basso, si continua la navigazione e si vedono gli interni che sono bellissimi, luminosi e arredati con mobili nuovi. Che si fa? Si manda subito la caparra con un pagamento posta pay! Ecco bravi, siete finiti nella truffa più sgamata della stagione, perché la casa non esiste, o meglio esiste, ma non è nella disposizione patrimoniale di chi ha messo l’annuncio on line.

Siamo alle solite, amici. Ecco perché è preferibile prenotare con agenzia turistica o tramite passaparola, o tramite persone fidate. Fidate significa professioniste del settore.

Il Governo, infatti, ha appena varato il nuovo codice del turismo che serve a salvaguardare le imprese del settore turistico, per riqualificare l’offerta e per tutelare i consumatori, sostenendoli nelle scelte vacanziere e, soprattutto, facilitandoli nell’eventuale risarcimento danni da vacanza rovinata. La novità più grande del codice è proprio l’equiparazione delle agenzie di viaggio operanti online a quelle tradizionali, sottoponendo entrambe le categorie agli stessi controlli. Ciò significa che se prima di questa novità, ottenere un risarcimento del danno non era cosa agevole, oggi invece si ottiene semplicemente!

Insomma, non ci son dubbi, rivolgetevi alle agenzie oppure ai vostri amici e… Se amate Tenerife a me.

Se invece proprio non volete rinunciare al #DIY (per chi non lo sapesse è l’acronimo di “Do It Yourself”) allora, ecco qualche consiglio. Se l’offerta è strepitosa, indagate un secondo prima di accendervi di entusiasmo, verificate la fotografia (banalmente tasto destro del mouse, scegliendo proprietà, facilmente si capisce se l’immagine è stata prelevata dal Web per creare lo specchietto delle allodole che vi ha incantato) e poi chiamate l’ufficio di info turistiche del luogo e infine… pagate con il bonifico che è sempre meglio!