Arfchivio mensile: Giugno 2018

Comunicato I.C.C. S.p.A.

A causa di gravi problemi di salute occorsi improvvisamente a turbare gli equilibri famigliari mi vedo costretto, nonostante tutto, a dovermi dimettere dal mio incarico in ICC SpA perché impossibilitato a ricoprirlo come il mio senso del dovere mi imporrebbe.

Ringrazio i miei soci che mi sono stati vicini e in ogni modo hanno cercato di far fronte alle mie mancanze dell’ultimo periodo onde evitare questa incresciosa decisione.
Solo chi mi conosce profondamente potrà comprendere come mi sento nel dover prendere questa mia decisione a tutti gli altri chiedo solo di rispettarla.

Vincenzo Formicola

Perché soffrire, se è possibile evitare il dolore? CanapOK, la mia soluzione

Perché soffrire, se è possibile evitare il dolore. E’ la prima domanda che mi sono posto appena ho iniziato a sentire dei rumors in tema di Canapa Sativa Legale di tipo tecnico e terapeutico per lenire le sofferenze. Mi sono appassionato alla questione, l’ho studiata ed ho atteso il momento più giusto per iniziare una nuova avventura, che mi portasse a creare valore economico, in un settore a me caro: alleviare la sofferenza laddove possibile.

La Cannabis è una pianta da sempre utilizzata per la sua grande utilità e versatilità. La sua storia in Italia ha radici molto antiche. All’inizio del ‘900 quello della canapa era un settore molto florido. Si usava per produrre corde, vele, e tessuti resistenti e le coltivazioni italiane si estendevano su oltre 100mila ettari di terreno. Col passare del tempo, il settore entrò in crisi a causa della concorrenza di altre colture più economiche e dei tessuti artificiali come il nylon, ricevendo infine una batosta finale nel 1975, con la legge per la disciplina degli stupefacenti che vietò la coltivazione della cannabis indica.

Fino al 2016 di Cannabis non se ne poteva neanche parlare, finché qualcosa è cambiato con la nuova attenzione all’ambiente. Inoltre l’aumento dei prezzi del petrolio hanno reso nuovamente appetibile la coltivazione e la lavorazione della canapa, così con la legge 242/2016 è ritornata sul nostro mercato la Cannabis con maggiori tutele, regole più semplici e flessibili e possibilità di coltivarla in modo snello.

Oggi la Canapa è usata per usi terapeutici e non solo. La questione ovviamente ha destato, come sempre accade, anche l’attenzione di aziende che non rispettano limiti e regole, ma la Guardia di Finanza sui territori interviene a tutela di chi opera nel mercato in regime di piena legalità. E’ il caso di Mary Moonlight un negozio italiano, il cui proprietario ha subito denuncia per spaccio di sostanze stupefacenti per vai motivi tra cui quello della distribuzione dei prodotti con valori di THC, (tetraidrocannabinolo cioè il principio attivo della Cannabis) pari a 0,52% superiori al consentito al punto di essere considerato sostanza stupefacente.

La Cannabis light con THC, inferiore allo 0,2%, cioè la Cannabis legale, come accennavo non ha trovato spazio solo nel settore sanitario, ma anche al di fuori di questo, come rimedio per lo stress. Una società riminese, la Black marketing guru, startup di giovani manager della comunicazione e marketing, ha deciso di aggiungere ai benefit per i 30 dipendenti tisane e biscotti alla marijuana, contro lo stress da lavoro.

Il mercato è dunque molto fiorente perciò ho fondato #CanapOk, il nuovo franchising che ho lanciato da pochissimo e che già sta dando enormi soddisfazioni e risultati. Il mio progetto è molto ampio ed infatti, il 1 giugno 2018 è nata DEA srl che ha per oggetto lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, e più specificamente: CREAZIONE DI PRODOTTI DERIVANTI DALLA CANAPA E BAMBOO.

Da oggi quindi attendo partner sul territorio per sviluppare insieme un grande business. Contattami in privato se sei interessato!